Segui il culto in diretta  
Home » Testimonianze » Testimonianze delle Sorelle » Enza D'Aquino - Di Iorio

Il tuo nomeIl nome del tuo amico
La tua emailEmail del tuo amico
x chiudi

Enza D'AquinoEnza d'Aquino, sposata Di Iorio, è nata a Scordia (CT) il 14 ottobre 1954. E' nipote di un pioniere della pentecoste tra gli italiani d'America: Salvatore Manueli. Dopo la conversione, questi, sentì la chiamata divina a evangelizzare famiglia e amici in Italia a Scordia e dintorni, nella provincia catanese. Nel 1922, con l'incoraggiamento del pastore Luigi Francescon della Chiesa che frequentava in Chicago (USA), partì e ritornò più volte fino a stabilirsi definitivamente in Italia, perché un gran popolo accettò l'Evangelo attraverso il suo ministero. La mamma Giuseppina fu l'unica di una numerosa famiglia che rimase col padre in Italia, sposando Antonino D'Aquino; la loro casa era anche l'abitazione del Pastore che, rimasto vedovo, vi ospitava i numerosi pastori in visita e credenti. In quest'atmosfera cristiana e tutta protesa al servizio cristiano, Enza è cresciuta e - appena adolescente - è stata salvata e battezzata nello Spirito Santo. Subito si è impegnata a suonare con la fisarmonica e come monitrice della Scuola Domenicale, molte volte come collaboratrice al CCE Elim in Sicilia. In seguito a un appello a frequentare l'Istituto Biblico Italiano (IBI) delle ADI, sentì d'iscriversi e frequentò negli anni 1975 -1976, dove comprese il piano divino per la propria vita. Ha avvertito che il Signore la chiamava a servirlo più pienamente nel servizio cristiano e, sposatasi con Davide Di Iorio il 17 settembre 1977, ha condiviso pienamente il ministero del marito nelle Chiese di Firenze e Prato (ottobre 1977 - febbraio 1979), Ascoli Piceno e Teramo (marzo 1979 - ottobre 1980), Reggio Calabria (novembre 1980- marzo 2010), Napoli (marzo 2010 a oggi). Madre di due figli: Ugo e Yleana, sì è sempre sentita impegnata come genitrice e in una collaborazione attiva nel servizio cristiano impegnandosi in ogni area del lavoro per il Regno di Dio dove poteva rendersi utile.  

Nell'anno 2000 è stata colpita da linfoma di No Hodgkin, un linfogranuloma maligno. Il Signore ha parlato al suo cuore facendogli capire che doveva passare per il fuoco promettendogli: "non ti brucerai". Arresasi alla volontà di Dio, è stata provata risultando vittoriosa.
Al momento è impegnata come monitrice della Scuola Domenicale ed altre attività collaborando insieme al marito pastore della Chiesa di Napoli - via Fra Gregorio Carafa.

 

Clicca qui

La testimonianza della sorella Enza in occasione della visita alla comunità di Mottola del 17 Gennaio 2016

     
OTTO PER MILLE
CON LA TUA FIRMA PER L'8x1000 POSSIAMO FARE DEL BENE A TUTTI
...
Archivio
       
Archivio