Segui il culto in diretta  
Home » Media » Schede bibliche » N° 17 - I nomi di Dio » II Parte

Il tuo nomeIl nome del tuo amico
La tua emailEmail del tuo amico
x chiudi

I nomi di Dio

parte seconda

 

 B. Elyon

1. Il suo significato fondamentale  è “alto”, “esaltato” o “innalzato” (cf. Gen. 40:17; 1 Re. 9:8; 2 Re 18:17; Nee. 3:25; Ger. 20:2; 36:10; Sal. 18:13).

2. Viene usato contemporaneamente ad alcuni altri nomi/titoli dati a Dio.

  • a. Elohim - Sal. 47:1-2; 73:11; 107:11
  • b. YHWH - Gen. 14:22; 2 Sam. 22:14 
  • cEl-Shaddai - Sal. 91:1
  • d. El - Num. 24:16 
  • e. Elah - usato in Dan. 2-6 e  Esdra 4-7, collegato a עִלָּי (illay,  cioè  "Dio Altissimo" in aramaico), in Dan. 3:26; 4:2; 5:18,21

3. è usato da non-Israeliti.

a. Melchizedek, Gen. 14:18-22

b. Balaam, Num. 24:15

c. e da Mosè, quando parla delle nazioni in Deut. 32:8

d.  Luca, scrivendo ai Gentili, usa l'equivalente greco ὕψιστος (Hupsistos), cf. 1:32,35,76; 6:35; 8:28; Atti 7:48; 16:17.


C. Elohim (plurale), Eloah (singolare), usato specialmente nei componimenti poetici

1. Lo ritroviamo solo nell'Antico Testamento.

2. Può designare il Dio d'Israele o gli dèi pagani (cf. Es. 3:6; 20:3).  La famiglia di Abramo era politeista (cf. Giosuè 24:2).

3. Può alludere ai giudici israeliti (cf. Es. 21:6; Sal. 82:6).

4. Il termine elohim è usato anche per altri esseri spirituali (angeli e demoni) come in Deut. 32:8 (versione dei LXX); Sal. 8:5; Giobbe 1:6; 38:7.

5. Nella Bibbia, è il primo titolo/nome dato alla Divinità (cf. Gen. 1:1).  Viene usato solamente fino a Gen. 2:4, dove è combinato con YHWH. Dal punto di vista teologico designa Dio quale Creatore, Sostenitore e Datore di ogni forma di vita sulla terra (cf. Sal. 104).

È sinonimo di El (cf. Deut. 32:15-19).  Può essere anche assimilato a YHWH come nel Sal. 14 (Elohim, versi 1,2,5; YHWH, versi. 2,6; anche Adon, verso 4).

6. Sebbene al plurale e usato per altri dèi, questo termine spesso sta a indicare il Dio d'Israele, ma generalmente ha il verbo al singolare, per caratterizzarne la connotazione monoteistica. 

7. è strano che un nome comune per il Dio monoteista d'Israele sia al plurale! 

 

  • a. L'ebraico ha molti plurali, spesso usati per enfatizzare i concetti.  Strettamente collegato a ciò è la caratteristica grammaticale dell'ebraico chiamata plurale di maestà, dove plurale è usato per ingrandire un concetto.
  • b. è anche possibile che rifletta la rivelazione neotestamentaria dell'unico Dio in tre Persone. In Gen. 1:1 Dio crea; in Gen. 1:2 lo Spirito aleggia, e nel Nuovo Testamento, Gesù è l'Agente del Padre nella creazione. (cf. Giov. 1:3,10; Rom. 11:36; 1 Cor. 8:6; Col. 1:16; Ebr. 1:2; 2:10).

 

     
DONAZIONI
IBAN DONAZIONI IT23D0306909606100000135846
....
Archivio
       
Archivio