Segui il culto in diretta  
Home » Media » Schede bibliche » N° 26 - Gesù Cristo nell'antico testamento

Il tuo nomeIl nome del tuo amico
La tua emailEmail del tuo amico
x chiudi

L’OFFERTA DEL CORPO DI GESU’ CRISTO 

SIMBOLEGGIATA DALL’OFFERTA DI ISACCO

L’OFFERTA DI ISACCO

L’OFFERTA DI GESU’

Isacco è l’unico figlio di Abraamo (Gen. 22:2)

Gesù Cristo è il Figlio di Dio, il Suo diletto e unigenito  Figlio (Mat. 16:16; 17:5 Mar. 1:1).

Isacco doveva essere offerto in olocausto. Il fuoco è sempre associato al giudizio divino (Gen. 22:2).

Gesù Cristo fu giudicato per i nostri peccati  (Rom. 4:25;5:8, 10).

Isacco andò volontariamente col padre (Gen. 22:3).

Gesù Cristo si offrì volontariamente (Luca 22:42).

Isacco si lasciò legare all’altare sopra la legna. In quel tempo Abraamo aveva 100 anni  e non poteva essere più forte di Isacco (Gen. 22:9).

Gesù si lasciò arrestare e crocifiggere, anche se avrebbe potuto distruggere I suoi carnefici con la sua sola parola (Mat. 26:64;Eb. 1:2–3).

Isacco fu messo sulla legna (Gen. 22:9).

Gesù Cristo fu inchiodato alla croce, che nel Nuovo Testamento viene spesso chiamata il legno (Atti 5:30; 10:39; Pie. 2:24).

Dio provvide un sostituto per Isacco, un montone rimasto impigliato con le corna in un cespuglio vicino (Gen. 22:13).

Gesù Cristo morì come sostituto per i nostri peccati (Rom. 5:8;1Cor. 5:7).

Il luogo dove Abraamo offrì Isacco è chiamato Jahweh provvederà (Gen. 22:14).

La nostra salvezza è completamente frutto della provvidenza di Dio. Noi non facciamo nulla per assicurarci la salvezza. Possiamo solo aver fede per prendere ciò che Dio ci ha provveduto (Ef. 2:8–9;Tito 3:5).

All’offerta di Isacco sono associate grandi benedizioni (Gen. 22:17-18).

Grandi benedizioni sono associate all’offerta di Gesù Cristo per i nostri peccati (Rom. 4:6-8).

Tutte le nazioni sarebbero state benedette attraverso l’ubbidienza di Abraamo e all’offerta di Isacco (Gen. 22:18).

Tutte le nazioni vengono benedette grazie all’offerta di Gesù Cristo (Rom. 4:9;Ap. 19:9; 20:6).

Abraamo sapeva che Isacco sarebbe ritornato in vita dopo la sua offerta in olocausto, poiché disse  ai suoi servi: “Torneremo da voi.” (Gen. 22:5).

Gesù Cristo sapeva che sarebbe risorto dai morti il terzo giorno (Mat. 28).

Dio fece sì che gli eventi andassero in tale direzione per anticiparci la futura venuta del nostro Signore e il suo sacrificio espiatorio. L’offerta di Isacco ne fu la prima e più grande anticipazione.

     
DONAZIONI
IBAN DONAZIONI IT23D0306909606100000135846
....
Archivio
       
Archivio