Segui il culto in diretta  
Home » Media » Citazioni » Jeremy Lanphier

Il tuo nomeIl nome del tuo amico
La tua emailEmail del tuo amico
x chiudi

Jeremy Lanphier

 Jeremy Lanphier

(1808-1898)

 

 HOW OFTEN SHALL I PRAY?

As often as the language of prayer is in my heart; as often as I see my need of help; as often as I feel the power of temptation; as often as I am made sensible of any spiritual declension or feel the aggression of a worldly spirit. In prayer we leave the business of time for that of eternity, and intercourse with men for intercourse with God. A day Prayer Meeting is held every Wednesday, from 12 to 1 o'clock, in the Consistory building in the rear of the North Dutch Church, corner of Fulton and William Streets (entrance from Fulton and Ann Streets). This meeting is intended to give merchants, mechanics, clerks, strangers, and business men generally an opportunity to stop and call upon God amid the perplexities incident to their respective avocations. It will continue for one hour; but it is also designed for those who may find it inconvenient to remain more than five or ten minutes, as well as for those who can spare the whole hour.

 

Quante volte pregherò?

″Tutte le volte che il parlare della preghiera è presente nel mio cuore. Tutte le volte che percepisco il mio bisogno di soccorso. Tutte le volte che sento la forza della tentazione. Tutte le volte che avverto il minimo declino spirituale o che sento la pressione dello spirito del mondo. Nella preghiera passiamo dalla dimensione temporale a quella dell'eternità, dall'avere un rapporto con i nostri simili all'intrattenere il rapporto con Dio.

Ogni mercoledì dalla 12 alle 13 nella sala riunione che è nel retro della North Dutch Church, all'angolo tra la via Fulton e la via Williams (l'ingresso è dalle vie Fulton e Ann) si terrà un incontro di preghiera che ha lo scopo di offrire  a commercianti, artigiani, impiegati, immigrati e uomini d'affare in generale, l'opportunità di staccarsi temporaneamente dalle incertezze contingenti relative alle proprie occupazioni, per rivolgersi a Dio. Detta riunione si protrarrà per un'ora, ma è pensata sia per quelli che possono ritenere imbarazzante trattenersi più di 5 o 10 minuti, che per quanti vorranno dedicarle l'intera ora″.

 


 

Quello che abbiamo riprodotto è il testo del volantino distribuito da Jeremy  Lanphier, neo pastore della North Dutch Church (New York), i cui membri erano diminuiti a vista d'occhio.

Addolorato dalla situazione ricevuta in eredità, Lanphier pensò di far appello alla preghiera e così fece stampare questo volantino. Il 23 settembre del 1857 Lanphier aprì la porta della sala e si mise ad attendere l'arrivo di eventuali partecipanti. Passarono 5 minuti, ma non si vedeva nessuno. Il missionario di origini olandesi cominciò ad andare su e giù per la stanza, essendo dibattuto tra la preoccupazione e la fede.

Dopo 15 minuti dall'inizio della riunione, Lanphier era ancora solo. Poi, alle 12:30, si udirono dei passi per le scale: era il primo partecipante che timidamente entrava nella sala. Poi ne venne un altro, poi un altro e un altro ancora, fino a che gli  intervenuti divennero sei e così iniziò la riunione di preghiera. All'incontro successivo, il 7 ottobre, gli intercessori in preghiera erano diventati quaranta e fu stabilito che la riunione da settimanale sarebbe passata ad essere giornaliera.

Dopo 6 mesi, le persone riunitesi quotidianamente per pregare in quella comunità di New York erano salite a diecimila. Dopo due anni quella semplice riunione di preghiera accese un risveglio grazie al quale ben un milione di nuovi convertiti si aggiunse alle chiese americane. Non ci fu alcuna manifestazione di fanatismo o di isteria; fu semplicemente un'incredibile impulso del popolo a pregare.


     
TUTTO E' POSSIBILE
Diretta TV - Radio - WEB
....
Archivio
       
Archivio